Notizie
Centri | Contattaci | ב"ה
English
NotizieEventiParashàFesteVitaConcettiOpinioni
Primo PianoIn BreveEsteriNei MediaMazal TovCondoglianze
Home > Notizie > Primo Piano > Da Roma a Zitomir con amore
• Ultime/i Notizie in "Primo Piano"
• Un Luna Park per i giovani di Roma
• Purim: L'atmosfera di New York arriva a Milano
• Piazza Barberini festeggia Chanukkà
• Il Ghetto Novo di Venezia ospita la Chanukkià gigante
• Illuminato Corso Vittorio Emanuele II a Milano
• Inaugurata la moderna Chanukià di Piazza Bologna
• 19 Kislev: La festa della liberazione festeggiata in Italia
• Da Roma a Zitomir con amore
• La scuola internazionale si trasferisce in un nuovo Campus
• Il Gan Rivka di Monteverde si ingrandisce e cambia sede
• Commenti
Da Roma a Zitomir con amore

ZITOMIR (UCRAINA) - Rav Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma, si è recato in visita alla comunità ebraica di Zhitomir, in Ucraina, portando un concreto aiuto da parte della Comunità Ebraica di Roma (CER) all’orfanotrofio Alumim, proseguendo una collaborazione iniziata già nel 2005 assieme all'allora Presidente della CER Leone Passerman e ancora oggi fattiva.

La città di Zitomir si trova nell'omonima  regione situata nella parte occidentale dell'Ucraina a ridosso del fiume Dnieper, è sempre stata storicamente una sede importante per l'ebraismo avendo dato i natali a Reb Zeev Wolf, discepolo del Baal Shem Tov, e a Chaim Nachman Bialik, autore classico della letteratura ebraica, riconosciuto come il poeta nazionale di Israele.

La comunità è parte della Federazione delle comunità ebraiche della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI) presieduta da Levi Levaiov e guidata dal Shliach di Chabad Rav Shlomo Wilhelm. La comunità  gestisce attività educative, culturali e sociali, presso il Campus per l’Educazione, tra cui una scuola, una yeshivà, un’università, un Kollel, le sale di computer, le biblioteche e il dormitorio che permette a molti studenti di giungere da lontano per studiare nella scuola.

La perla del Campus è l’orfanotrofio Alumim, importante luogo di accoglienza per i bambini ebrei provenienti da famiglie disfunzionali, tra cui orfani, poveri, abbandonati e che hanno subito abusi. Grazie alla costante presenza di personale qualificato, costituito da psicologi e insegnanti, viene garantito ai bambini di tutte le età il benessere fisico, emotivo e  spirituale, in un ambiente permeato di cultura ebraica, andando oltre la definizione tecnica di orfanotrofio, per trasformarsi in una vera "casa", piena di calore e vita, che possa aiutare i bambini ebrei ad affrontare serenamente la vita.

Durante la sua visita, Rav Di Segni ha incontrato i bambini che a cena  gli hanno consegnato un rotolo con le loro risoluzioni in Torà e Mitzvot in suo onore.

Pubblicato lunedì 26 novembre 2012 alle 10:34:33



















Precedente  
© Copyright 1998 - 2019 Chabad.it | Ebraismo, Ebrei e Torà |