Notizie
Centri | Contattaci | ב"ה
English
NotizieEventiParashàFesteVitaConcettiOpinioni
Primo PianoIn BreveEsteriNei MediaMazal TovCondoglianze
Home > Notizie > Nei Media > Il Messaggero: Channuka: luci e danze, Alemanno, Polverini e Meir alla festa ebraica
• Ultime/i Notizie in "Nei Media"
• Il Messaggero: Paura e dolore nelle scuole ebraiche della capitale
• Il Messaggero: Tenda per la pace e la solidarietà
• Corriere della Sera - Milano: Intervista a Rav Rodal
• TGR Calabria: La raccolta dei cedri
• Pagine Ebraiche: Teffilin in prima pagina
• Moked: Quattrocento
• Il Quotidiano: In marcia insieme al rabbino Moshe Lazar
• Milano: rabbini dal mondo discutono sulla famiglia ebraica
• Shalom: Dove ci sono gli ebrei, ci sono i Chabad
• Moked: Qui Milano - Una luce per Gilad Shalit
• Commenti
Il Messaggero: Channuka: luci e danze, Alemanno, Polverini e Meir alla festa ebraica

Luci e danze in piazza Barberini, a Roma, per la festa ebraica della Channuka. Nel pomeriggio, nella storica piazza, alla presenza del rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni, del sindaco Gianni Alemanno, della presidente della Regione Lazio Renata Polverini, dell’ambasciatore d’Israele Gideon Meir e di centinaia di persone è stato acceso il grande candelabro a nove braccia, che è il simbolo della tradizione ebraica.

Tanti i bambini che hanno ballato danze tradizionali insieme con la presidente Polverini. «Ero qui anche lo scorso anno - ha detto la governatrice del Lazio - quando non ero ancora candidata ed ora sono felice di essere tornata perchè posso portare al popolo ebraico, non solo la mia vicinanza personale, ma anche quella della Regione».

«È un onore e un piacere - ha detto ai tanti riuniti in piazza il sindaco Alemanno - essere qui con voi. La luce che si sprigiona dalla Channuka dà speranza non solo al popolo ebraico, ma a tutta la città di Roma: la speranza che ogni fede possa affermarsi in pace, la certezza che Israele possa avere un grande futuro e quel diritto ad esistere che nessuno può negare». Dalla piazza capitolina il Sindaco ha anche colto l’occasione per rinnovare l’appello per «libertà e giustizia per Gilad Shalid». «Nessun cittadino del mondo - ha affermato - può essere sequestrato da fanatici e fondamentalisti».

Dal palco gli organizzatori della cerimonia (Chabad Lubavitch) hanno ringraziato per gli auguri inviati, in occasione della festa dal sottosegretario alla Presidenza del condiglio Gianni Letta, da Casini, Meloni e Fazio.

Pubblicato lunedì 6 dicembre 2010 alle 10:41:12

Precedente  
© Copyright 1998 - 2019 Chabad.it | Ebraismo, Ebrei e Torà |